L’aglio è una specie della famiglia delle Amaryllidaceae ampiamente diffusa in Italia, sebbene ultimamente si sia assistito a una riduzione delle superfici coltivate con conseguente riduzione delle esportazioni ed un incremento delle importazioni (D’Anna et al. 2000). La regione mediterranea è considerata, insieme ai territori dell’Asia centrale una delle più importanti aree del mondo per quanto concerne la biodiversità dell’aglio. E’ una delle poche specie ortive propagate esclusivamente per via agamica, per mezzo di bulbetti. L’Italia, la Spagna, la Francia, USA e Cina sono i maggiori produttori mondiali. La coltivazione dell’aglio in Sicilia si estende su una superficie di circa 500 ha e costituisce il 10% della intera produzione nazionale. Sebbene l’areale di coltivazione comprenda tutta l’isola, la massima concentrazione degli impianti ricade lungo la fascia costiera delle province di Trapani ed Agrigento. Nell’ultimo decennio la coltura ha manifestato una certa espansione anche nell’interno collinare siciliano sui suoli argillosi delle province di Palermo e Caltanissetta (D’Anna et al., 2004). Attualmente vengono coltivati vari agroecotipi denominati in funzione della zona di coltivazione. La diversità genetica tra le varie popolazioni siciliane è da ascrivere verosimilmente all’adattamento della specie alle diverse zone climatiche di coltivazione. La continua introduzione di aglio da consumo da paesi extracomunitari (Cina e Argentina) sottopone gli agroecotipi siciliani ad una forte pressione commerciale e varietale e li pone a rischio di estinzione. Le popolazioni di aglio siciliano si distinguono rispetto alle accessioni provenienti da altre regioni italiane e da paesi esteri per l’intensità dell’aroma e per la precocità di maturazione che consente di commercializzare il prodotto fresco già nel mese di maggio quando le scorte locali di prodotto secco sono ormai esaurite e la richiesta di mercato è notevole.

Nell’ambito del progetto, sono stati valutati complessivamente 32 cloni riconducibili ai principali agroecotipi individuati nelle zone di Paceco (TP; 11 cloni), Nubia (TP; 8 cloni), Alcamo (TP; 3 cloni), Pantelleria (TP; 1 clone), Castrofilippo (AG; 5 cloni) e Vallelunga (CL; 4 cloni).

aglio_01

aglio_02
Fig. 2 – Campo di aglio e piante nella fase di inizio bulbificazione

aglio_03
Esempi di variabilità riscontrata per forma e dimensione dei bulbi, numero, dimensione e colorazione dei bulbetti.

La caratterizzazione dei cloni prelevati nelle zone di coltivazione dell’aglio in Sicilia ha messo in luce una ampia variabilità dei caratteri morfologici, biochimici e produttivi. La tipologia prevalente (31 cloni su 32) è stata quella dell’aglio rosso-rosato con sfumature dal rosso-porpora al rosa-aranciato. Il clone bianco (Vallelunga4) presenta caratteristiche morfo-produttive del tutto diverse dagli altri. La variabilità riscontrata ha messo in luce che all’interno di ogni areale di produzione si riscontrano tipologie con comportamento vegeto-produttivo diverso, lasciando supporre un possibile interscambio tra gli agricoltori delle diverse zone. Tra i vari cloni provati il Nubia5 si è messo in evidenza per l’associazione di buone caratteristiche morfo-produttive e un elevato contenuto di sostanze solforate.

Approfondimenti

Block E (1985). The chemistry of garlic and onion, Sci. Am. 252 94–99.

Block E (2010). Garlic and Other Alliums: The Lore and the Science. Royal Society of Chemistry, Cambridge.

Koch HP, Lawson LD (1996). Garlic, the science and therapeutic application of Allium sativum L. and related species, in: Retford  D.C.  (Ed.),  Williams  and  Wilkins,  Baltimore, pp. 1–233

D’Anna F, Iapichino G, Miceli A (2000). Effect of clove weight on yield and bulb quality of garlic grown for storage. Acta Horticulturae, vol. 533, pp. 589-592.

D’Anna F., Miceli A, Incalcaterra G., Caruso P. (2004). Reperimento e valutazione di popolazioni di aglio in Sicilia. In: Progetto Multidisciplinare di Ricerca e Sperimentazione sul Vivaismo Ortofloricolo p. 11-17

Fascella S, Miceli A, Vetrano F (2010). Effetti della concimazione sulla qualità dell’aglio coltivato in Sicilia. Italus Hortus, vol. 17-2, p. 105-106

Loghi_PSR

PROGETTO SALVAGUARDIA E VALORIZZAZIONE DI POPOLAZIONI E VARIETÀ SICILIANE DI SPECIE ERBACEE DI INTERESSE AGRARIO