Il cece è una importantissima leguminosa da granella che ben si adatta alle difficili condizioni climatiche degli ambienti semi-aridi mediterranei italiani. L’interesse verso questa coltura dipende oltre che dalla sua elevata arido-resistenza, dalla buona potenzialità produttiva e dall’alto contenuto proteico della granella che ne fa ampliare le possibilità d’impiego, sia per l’alimentazione umana che animale. Inoltre, svolge un ruolo non indifferente nei confronti del miglioramento della fertilità fisico-chimica dei terreni. Tuttavia, in Italia ed in Sicilia in particolare, per il cece si è registrata una continua contrazione della superficie coltivata. Ciò sembra essere dovuto al cambiamento della dieta degli italiani ed alla scarsa e non tempestiva attenzione da parte della ricerca scientifica.

In Sicilia si sono selezionate numerosissime popolazioni in virtù della forte variabilità degli ambienti isolani, nonché delle preferenze locali dei consumatori sia per il gusto che per il tipo di utilizzazione. Tuttavia, il ricorso oggi sempre più frequente a nuovi genotipi costituiti in ambienti diversi, ha già determinato una perdita del patrimonio genetico isolano e mette a rischio la sopravvivenza delle popolazioni locali ancora presenti sul territorio.

Il Dipartimento SAF dell’Università di Palermo, da alcuni anni ha iniziato da una parte un’attività tendente a mettere a punto un’agrotecnica idonea alla specie nell’ambiente isolano e dall’altra un’attività di raccolta, catalogazione e conservazione di parte del germoplasma esistente nell’isola; il lavoro svolto ha consentito di caratterizzare alcune accessioni ed anche di individuare genotipi di particolare pregio.

Sono state individuate, raccolte e studiate 16 popolazioni siciliane di cece, rilevando i descrittori riportati nelle “Linee guida” per la specie, oltre ai caratteri bio-agronomici, merceologici e qualitativi.

cece_tab

cece_1

cece_2

Approfondimenti

Poma I., Venezia G., Noto F., Gristina L., Saladino S., 2001. Bioagronomic and qualitative characterization of new chickpea (Cicer arietinum L.) lines. Proc. 4th European Conference on Grain Legumes. Cracow Poland 8–12 July 2001, 197

Poma I., Frenda A. S., Gristina L., Sarno M., 1997. Variabilità per produzione e sue componenti in cece (Cicer arietinum). Atti del 3° Convegno Nazionale su “Biodiversità: Tecnologie – Qualità”, Reggio Calabria – Gallina, 16-17 Giugno, 297-303

Poma I., Miceli P., Iudicello P., Bacchi M., 1992. Caratterizzazione bio-morfologica e produttiva di genotipi di cece in due epoche di semina nell’ambiente collinare siciliano. Agricoltura Ricerca 130, 19 -34.

Poma I., Fiore M.C., 1990. La produzione del seme di cece (Cicer arietinum L.) in relazione al genotipo e all’epoca di semina. Sementi elette 5, 27-30

Poma I., Noto F., D’Alessandro F., 1988. Agronomic assessment of some Sicilian population of spring-sown chickpea. Int. Chickpea Newletter 19: 18-22

Loghi_PSR

PROGETTO SALVAGUARDIA E VALORIZZAZIONE DI POPOLAZIONI E VARIETÀ SICILIANE DI SPECIE ERBACEE DI INTERESSE AGRARIO