Il pomodoro, specie tipicamente presente negli ambienti meridionali dell’Italia ha suscitato negli ultimi decenni grande interesse tra i ricercatori del settore agroalimentare, sia per gli elevati consumi come prodotto fresco o trasformato e sia per le proprietà salutistiche che gli sono riconosciute tanto da essere una delle specie principali della dieta mediterranea.

Tra le diverse varietà ed agroecotipi di pomodoro particolare interesse ha suscitato il pomodoro da serbo, coltivato in regime asciutto (“in siccagno”) e tradizionalmente avvicendato nei seminativi della Sicilia collinare con il frumento. Queste popolazioni oggi sono scomparse dagli ordinamenti colturali estensivi, relegate ormai negli orti familiari pur avendo caratteristiche di pregio come la buona conservabilità e buone caratteristiche organolettiche. Inoltre, in virtù delle tecniche di coltivazione adottate questa coltura risulta a basso impatto ambientale soprattutto per la minore incidenza delle erbe infestanti a causa della mancanza di apporti idrici artificiali.

L’obiettivo dello studio condotto nell’ambito del progetto è stato quello di caratterizzare morfologicamente e valutare alcune popolazioni di pomodoro da serbo provenienti da diversi ambienti del territorio siciliano.

Sono state studiate 15 popolazioni di pomodoro da serbo raccolte in diverse zone della Sicilia e delle isole minori.

Tab. 1. Popolazioni e siti di raccolta delle popolazioni di pomodoro da serbo inserite nella prova.

Popolazione Sito di raccolta   Popolazione Sito di raccolta   Popolazione Sito di raccolta
Pizzutello giallo Marsala (TP)   Corleone Palermo   Massa Linosa Linosa (AG)
Sinacori Monreale (PA)   Poma Buseto Palizzolo (TP)   Ovale Partinico Partinico (PA)
Piriddu Siculiana (AG)   Pizzutello piccolo Paceco (TP)   Pilusiddu Siculiana (AG)
Vallelunga Vallelunga (CL)   Pomodoro rosso Buseto Palizzolo (TP)   Villalba Villalba (CL)
Pizzutello grosso Marsala (TP)   Stella Corleone (PA)   Giallo arancione

pomo_01

pomo_02

L’analisi dei risultati ottenuti dallo studio ha evidenziato una consistente variabilità tra le popolazioni di pomodoro da serbo siciliane sia per gli aspetti morfologici che per le caratteristiche qualitative e produttive. Interessante è la variabilità osservata nel portamento dell’apparato fogliare per le ricadute di tipo agronomico che ne derivano. Gli elevati valori osservati per il grado Brix, l’acidità e il rapporto solidi solubili / acidità del succo evidenziano le buone caratteristiche qualitative e organolettiche delle diverse popolazioni studiate che hanno presentato, con l’eccezione delle popolazioni Poma e Massa Linosa, valori sempre superiori agli indici qualitativi di riferimento.

Approfondimenti

Mennella G., Onofaro Sanajà V., D’Alessandro A., Coppola R., and Poma I., 2001. Tomato ecotype characterization by anionic exchange-high performance liquid chromatgraphy (AE – HPLC) analysis of endospem seed proteins. Proc. International Symposium on molecular markers for characterizing genotypes and identifying cultivars in horticulture. Acta Horticulturae, 546

Noto F, Poma I., Gristina L., Saladino S., Ferretti F., 2001. Caratterizzazione qualitativa e produttiva di popolazioni siciliane di pomodoro (da serbo) e relativa variabilità. Atti 5° Convegno Nazionale Biodiversità. Caserta, 9-10 settembre 1999

Patanè C., 2008. Pomodoro da serbo: opportunità per le zone aride. L’Informatore Agrario, 35, 29-32

Poma I., Noto F., Gristina L., Saladino S., Mirabile C., 2002. Valutazione bioagronomica e qualitativa di popolazioni siciliane di pomodoro da serbo. Atti VI Giornate Scientifiche SOI, Spoleto 23 – 25 Aprile 2002

Venezia G., Sarno M., Poma I., 2010. Productive, Commercial and qualitative characterization of tomato sicilian landraces. Proc. 28th International Horticultural Congress -Science and horticulture for people. Lisbona 22-27 agosto, Vol. II

Loghi_PSR

PROGETTO SALVAGUARDIA E VALORIZZAZIONE DI POPOLAZIONI E VARIETÀ SICILIANE DI SPECIE ERBACEE DI INTERESSE AGRARIO